Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • Il Cristianesimo è la religione dei nomi propri, non delle essenze. Dei volti concreti, non degli ectoplasmi. Del prossimo in carne ed ossa con cui confrontarsi, e non delle astrazioni volontaristiche con cui crogiolarsi."
    (Don Tonino Bello)
  • "Il tempo è superiore allo spazio. Dare priorità al tempo significa occuparsi di iniziare processi, più che di possedere spazi"
    (Evangelii Gaudium)
  • "E' il filo di un aquilone, un equilibrio sottile, non è cosa ma è come , E' una questione di stile"
    (Nicolò Fabi “è non è”)
  • Il Cristianesimo è la religione dei nomi propri, non delle essenze. Dei volti concreti, non degli ectoplasmi. Del prossimo in carne ed ossa con cui confrontarsi, e non delle astrazioni volontaristiche con cui crogiolarsi." (Don Tonino Bello)
  • Promuovere la testimonianza della carità, lo sviluppo integrale dell'uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica. "
    (Statuto Caritas Italiana)

"...Vengo anch'io! no, tu no!"

Si è concluso da poco il progetto "Vengo anch'io! no, tu no!" nelle classi quarte dell'I.S.I.S Sismondi-Pacinotti - Liceo artistico Berlinghieri - Ist. tecnico Ferrari di Pescia, voluto dalla Commissione Educazione alla Salute della scuola e realizzato da Caritas diocesana, nell'ambito delle attività di sensibilizzazione rivolte ai giovani.

Antonino Ruggiero, operatore sociale e referente area giovani Caritas, ha incontrato circa 200 ragazzi, ai quali ha proposto un percorso di riflessione sui temi dell'immigrazione e dell'integrazione.

Il ringraziamento alle professoresse Brancoli, Creati e Giuliani che hanno contattato Caritas per realizzare questo progetto.

 

Accoglienza a Pescia

Accoglienza richiedenti asilo a Pescia: dibattito pubblico

Venerdì 30 giugno alle ore 18 all'Angolo delle Idee (piazza XX settembre) si svolgerà un'iniziativa pubblica organizzata da Caritas diocesana e Coop. soc. onlus Arkè, in collaborazione con il Comune di Pescia e l'Associazione Lucignolo, sul tema dell'accoglienza richiedenti asilo a Pescia. 

Dopo un'introduzione della cooperativa sul fenomeno migratorio e interventi delle autorità, due giovani volontari Caritas proporranno un contributo sulla Convenzione Internazionale di Ginevra, che regola i diritti dei rifugiati. 

Al termine, largo spazio al dibattito con la cittadinanza. 

Aperto il bando di servizio civile regionale

5 posti disponibili in Caritas diocesana Pescia, iscrizioni online fino al 7 giugno ore 14.00

Nell'ambito del progetto “Giovani sì”, Regione Toscana ha aperto un bando di selezione per 3.150 giovani da avviare al Servizio Civile Regionale, con scadenza venerdì 7 giugno ore 14.00: 5 posti disponibili anche presso la nostra Caritas diocesana, nelle sedi di Pescia e Montecatini Terme.

Il progetto (scarica qui) prevede attività a sostegno dei più deboli e la frequentazione di un percorso di formazione dedicato ai giovani volontari, su tematiche che abbracciano la relazione d’aiuto e il mondo del sociale.

Le sedi di progetto sono il Centro di Ascolto di Pescia e quello di Montecatini Terme, collegato alla Mensa di Solidarietà: qui i ragazzi si occuperanno di ascolto, delle attività della mensa, di distribuzione viveri e indumenti, di ritiro dei prodotti invenduti nei supermercati, di sostegno scolastico e attività educative al doposcuola, di integrazione e inclusione attraverso progetti dedicati ad adulti, come Laboratorio Madame Corbeille.

Possono presentare la propria candidatura online, attraverso la piattaforma regionale dedicata,  giovani che, alla data di presentazione della domanda, siano regolarmente residenti o domiciliati in Toscana, in età compresa fra i 18 e 29 anni (compiuti) e inoccupati, inattivi o disoccupati. Non possono presentare domanda coloro che abbiano già svolto o stiano svolgendo il servizio civile (regionale o nazionale) o che abbiano avuto nell'ultimo anno e per almeno sei mesi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo con l'ente che realizza il progetto. I selezionati ammessi al Servizio Civile Regionale avranno diritto ad un rimborso mensile di €433,80.

Per maggiori informazioni, contattare Caritas diocesana, che, come di consueto, è a disposizione per ogni chiarimento o approfondimento, anche in merito all’inserimento ed alla compilazione della domanda.

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 0572/477916

Guarda il video

AVVENTO/NATALE DI CARITA' 2017

“Il Signore annuncia la pace per il suo popolo, per i suoi fedeli” (Sal. 85,9) è il tema scelto dalla Conferenza Episcopale Italiana per questo Avvento/Natale 2017. Anche Caritas diocesana Pescia ha scelto questo tema per accompagnare, con la riflessione, le iniziative e i gesti di carità di questo periodo e propone a tutta la Diocesi di sostenere due progetti:

 “Accoglienza Facibeni”: servizio di ospitalità gestito da Opera della Divina Provvidenza Madonnina del Grappa e Caritas diocesana, attivo dal 2010. Sono due appartamenti del Comune di Montecatini Terme, uno messo a disposizione di una famiglia, l’altro di donne singole che vivono un disagio abitativo. L’obiettivo di Caritas non è solo quello di offrire un tetto e un pasto, ma quello di affiancare le persone in un percorso verso il raggiungimento di autonomia e indipendenza: la fuoriuscita veloce o graduale, si concretizza con la ricerca e l’ottenimento di un lavoro, il riallacciare rapporti familiari, il trovare una casa. Dall’apertura, circa 30 persone tra uomini e donne sono stati accolti in casa e molti percorsi di fuoriuscita si sono concretizzati in autonomia reale.

 “Operazione Colomba”: progetto del Corpo Civile Nonviolento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, che opera in zone di guerra per alleviare le sofferenze delle popolazioni civili, supportare e promuovere la collaborazione con le organizzazioni per la difesa dei diritti umani, facilitare spazi di dialogo tra le parti. Fra i tanti luoghi del mondo in cui opera, dal 2004, c’è un villaggio palestinese sito sulle colline a sud di Hebron, nei territori occupati e controllati civilmente e militarmente da Israele, presidiato con almeno 4 volontari ogni giorno dell’anno.

I volontari sostengono la popolazione locale nello svolgimento della vita quotidiana, proteggendola dagli attacchi attraverso una resistenza pacifica e non violenta (affiancamento durante lo svolgimento di attività come la raccolta olive, il rifornimento di acqua, la pastorizia e la coltivazione, gli spostamenti a piedi dei bambini verso scuola). Con questa operazione, i volontari cercano di favorire i diritti umani, incentivare un lavoro di advocacy, documentare e denunciare le violenze, facilitare spazi di incontro e dialogo fra le parti, accogliere le delegazioni in visita al villaggio, al fine di aumentare la consapevolezza della società civile sull’esperienza di resistenza nonviolenta al conflitto di queste comunità.

La raccolta sarà effettuata nelle parrocchie, presso la Curia Vescovile nei giorni di lunedì, mercoledì e sabato (10-12) o tramite bonifico bancario su conto corrente intestato alla Diocesi, causale “Avvento di carità 2017” IBAN IT73W 06260 24911 000301246C00.

Graduatorie Servizio Civile Regionale

Si comunica a tutti i partecipanti ai colloqui per il servizio sociale regionale della toscana che sul sito GIOVANI E SERVIZIO di Caritas della Toscana sono rese pubbliche le graduatorie della selezione. 

Incontro con Mons. Bizzeti, vescovo di Anatolia

Mercoledì 29 maggio ore 19.20, nei locali della parrocchia del Corpus Domini di Montecatini T., si svolgerà un incontro con Mons. Paolo Bizzeti, vescovo di Anatolia:

- ore 19.20: cena solidale, per raccogliere fondi da destinare alle attività caritative e alle missioni della Diocesi di Anatolia;

- ore 21.00: intervento di Mons. Bizzeti "La missione della Chiesa nelle terre delle prime comunità cristiane"

Parteciperà anche S.E. Mons. Filippini.

Mons. Bizzeti, nominato nel 2015 da Papa Francesco vescovo di Anatolia, ha fatto ripartire da pochi anni la Caritas diocesana in Anatolia, grazie anche agli aiuti ricevuti dalla comunità ecclesiale italiana.  Anche la nostra Diocesi ha istaurato un rapporto di amicizia con la Chiesa di Antolia: annualmente, organizziamo questi tipi di eventi, sia per informare e sensibilizzare la nostra comunità su come vivono i cristiani in Turchia e sulla  situazione turca in generale (l’Anatolia, in particolare, è terra di immigrazione per i profughi siriani), sia per raccogliere fondi da destinare alla Caritas diocesana di Anatolia.

Prenotazioni per la cena: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 392-3997518.

 

 

Pesciamica summer edition

Pesciamica Summer Edition

Prosegue fino al 20 luglio il doposcuola Pesciamica in versione estiva: il martedì e il giovedì dalle 16 alle 19 ci troveremo nel chiostro dell'ex seminario di Pescia per fare i compiti estivi e giocare insieme, sulla base della fiaba del "Mago di Oz", filo conduttore della nostre estate. 

Grazie alla collaborazione con il comune di Pescia, che ha messo a disposizione i servizio civilisti del progetto Ecco Fatto, è stato possibile attivare il servizio Pedibus con partenza in Piazza Obizzi alle 15.40 e rientro alle 19.20. 

Il doposcuola Pesciamica, realizzato da Caritas Diocesana e Istituto don Bosco grazie ai fondi 8xmille di Caritas Italiana, è stato attivo da ottobre a giugno nella sede di Via del Molino ed ha visto la partecipazione di una trentina di bambini e di tantissimi volontari che nel corso dell'anno si sono messi a disposizione del servizio. 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 0572/477916

Pesciamica summer edition

Pesciamica Summer Edition

Prosegue fino al 20 luglio il doposcuola Pesciamica in versione estiva: il martedì e il giovedì dalle 16 alle 19 ci troveremo nel chiostro dell'ex seminario di Pescia per fare i compiti estivi e giocare insieme, sulla base della fiaba del "Mago di Oz", filo conduttore della nostre estate. 

Grazie alla collaborazione con il comune di Pescia, che ha messo a disposizione i servizio civilisti del progetto Ecco Fatto, è stato possibile attivare il servizio Pedibus con partenza in Piazza Obizzi alle 15.40 e rientro alle 19.20. 

Il doposcuola Pesciamica, realizzato da Caritas Diocesana e Istituto don Bosco grazie ai fondi 8xmille di Caritas Italiana, è stato attivo da ottobre a giugno nella sede di Via del Molino ed ha visto la partecipazione di una trentina di bambini e di tantissimi volontari che nel corso dell'anno si sono messi a disposizione del servizio. 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 0572/477916

Scuola per genitori ed educatori

Riparte la formazione di Caritas diocesana e Ufficio pastorale familiare Pescia. 

A partire da domenica 14 ottobre, alle 15.30, al centro diocesano per la famiglia "Amoris Laetitia" (c/o Ist. don Bosco, Via Galilei 18, Pescia) si svolgeranno i seguenti incontri della SCUOLA PER GENITORI ED EDUCATORI "Diversi da chi? Essere genitori ed educatori in una società multiculturale, tra accoglienza ed identità"

- domenica 14 ottobre:  "Mamma mia dammi cento lire" GLI IMMIGRATI E NOI

- domenica 18 novembre: "Io speriamo che me la cavo" LA SCUOLA

- domenica 13 gennaio: "Indovina chi viene a cena" AFFETTIVITA', MATRIMONIO E FAMIGLIA

- domenica 17 febbraio: "Così vicini, così lontani" LA CASA E IL QUARTIERE

- domenica 17 marzo: "Come Cristo accolse voi" LA COMUNITA' ECCLESIALE

 

Gli incontri saranno guidati da un'equipe di Caritas diocesana e Ufficio pastorale familiare; i bambini, seguiti da educatori dell'Azione Cattolica, seguiranno un percorso ad hoc per la loro età sulle stesse tematiche affrontate dai genitori. 

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizio Civile Regionale: le graduatorie

Sono rese pubbliche le graduatorie del bando Servizio Civile Regionale che ha riguardato Caritas Diocesana Pescia.

Per info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 0572/4779146

 

 

Torna la VACANZA SOLIDALE

Anche per quest'anno, Caritas diocesana ripropone la formula della VACANZA SOLIDALE per giovani dai 16 ai 25 anni, che si svolgerà a Santa Margherita dal 16 al 23 luglio. 

Il progetto prevede l'impegno da parte dei ragazzi, per una settimana, nella conoscenza e nello svolgimento delle attività della Caritas Diocesana (mensa di fraternità, distribuzione viveri e vestiti, visite e accompagnamento di anziani soli, Madame Corbeille, Pesciamica, Centro di Ascolto....) e in momenti di formazione (informazione sociale, educazione alla legalità, relazione d'aiuto….); il vitto e l’alloggio sono offerti da Caritas Diocesana presso la struttura diocesana di Santa Margherita (Pescia), dove i ragazzi saranno seguiti  da operatori e volontari, ma si autogestiranno, provvedendo loro stessi alla preparazione dei pasti e alla pulizia della casa.

La “Vacanza Solidale” vuol essere un modo per stimolare i ragazzi al volontariato e all’impegno nei confronti della società, un modo per far loro vedere e toccare con mano le realtà di povertà che stanno intorno alle nostre case, non necessariamente povertà estrema o di sussistenza, ma molto spesso povertà di relazione e di attenzione, aiutandoli a capire come si può dare una mano a chi si trova in difficoltà. Essendo comunque una vacanza, non mancheranno i momenti di svago e divertimento, vissuti tutti insieme: piscina, giochi e uscite!!!

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 0572/477916

Youth for Peace

Youth for Peace torna a Pescia

Tornano a Pescia, dal 10 al 16 luglio, i giovani volontari dell'Associazione bosniaca Youth for Peace, nell'ambito del progetto di gemellaggio comunitario che la nostra diocesi ha attivato con Sarajevo. 

Durante la settimana, i 12 operatori bosniaci seguiranno un percorso sul welfare minorile, mentre noi "sfrutteremo" la loro presenza per parlare nuovamente sul nostro territorio di temi come la pace e il dialogo interreligioso: Youth for Peace, infatti, si occupa di sostegno ai bambini degli orfanotrofi e famiglie povere di Sarajevo, ma anche di sensibilizzazione dei giovani ai temi della convivenza pacifica e dell'interculturalità. 

Dal 3 al 9 agosto, saranno alcuni dei nostri giovani a muoversi verso la Bosnia per coadiuvare l'Associazione durante il campo estivo per bambini poveri organizzato a Visoko. 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 0572 477916