Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
  • Il Cristianesimo è la religione dei nomi propri, non delle essenze. Dei volti concreti, non degli ectoplasmi. Del prossimo in carne ed ossa con cui confrontarsi, e non delle astrazioni volontaristiche con cui crogiolarsi."
    (Don Tonino Bello)
  • "Il tempo è superiore allo spazio. Dare priorità al tempo significa occuparsi di iniziare processi, più che di possedere spazi"
    (Evangelii Gaudium)
  • "E' il filo di un aquilone, un equilibrio sottile, non è cosa ma è come , E' una questione di stile"
    (Nicolò Fabi “è non è”)
  • Il Cristianesimo è la religione dei nomi propri, non delle essenze. Dei volti concreti, non degli ectoplasmi. Del prossimo in carne ed ossa con cui confrontarsi, e non delle astrazioni volontaristiche con cui crogiolarsi." (Don Tonino Bello)
  • Promuovere la testimonianza della carità, lo sviluppo integrale dell'uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica. "
    (Statuto Caritas Italiana)

Caritas Parrocchiali

CARITAS PARROCCHIALI

Nella diocesi sono attive  21 Caritas parrocchiali, delle quali  6  sono Centri di Ascolto

La Caritas parrocchiale è l'organismo pastorale istituito per animare la parrocchia, con l'obiettivo di aiutare tutti a vivere la testimonianza della carità, non solo come fatto privato, ma come esperienza comunitaria, costitutiva della Chiesa. L’idea stessa di Caritas parrocchiale esige, pertanto, una parrocchia "comunità di fede, preghiera e amore, come se la testimonianza comunitaria della carità fosse insieme la meta da raggiungere e il mezzo, (o almeno uno dei mezzi), per costruire la comunione. Un esercizio da praticare costantemente.

La Caritas parrocchiale, presieduta dal parroco, è costituita da un gruppo di persone  che aiutano il parroco sul piano dell'animazione alla testimonianza della carità più che su quello operativo di servizio ai poveri. L’obiettivo principale è partire da fatti concreti – bisogni, risorse, emergenze – e realizzare percorsi educativi finalizzati al cambiamento concreto negli stili di vita ordinari dei singoli e delle comunità/gruppi, in ambito ecclesiale e civile (animazione).

Coordinamento Centri di Ascolto: organo composto da quelle parrocchie che, nella Diocesi, hanno attivato un servizio di Centro di Ascolto. L’obiettivo del ritrovarsi è un confronto sulle modalità di ascolto, i cambiamenti e le variazioni nelle richieste delle persone, lo stile di coinvolgimento delle comunità e le risposte che ne seguono in ottica di animazione. Si riunisce almeno una volta ogni anno pastorale.

Coordinamento Caritas Parrocchiali: organo composto da tutte le Caritas Parrocchiali, non solo quelle che hanno attivato il centro di ascolto, ma anche quelle che attuano una distribuzione viveri, indumenti, o entrambe. Offre la possibilità di una visione di insieme della diocesi e, soprattutto, di un confronto e integrazione tra le varie realtà della nostra diocesi, la quale anche se piccola non è abbastanza omogenea da offrire uno stile univoco di espressione Caritas.

Associazioni afferenti a Parrocchie e Caritas Parrocchiali: 

-   “Associazione Fontenova Cultura e Fraternità“ (parrocchia del Santuario della Fontenova di Monsummano Terme)

-   Associazione “A.V.U.L.S.” (parrocchia di San Jacopo Maggiore di Altopascio)

Tags: caritas, parrocchiali

NEWS dalla Caritas

Progetto C.A.S.A.: inaugurazione appartamento a Pescia

Doposcuola estivo Pesciamica

Incontro con Mons. Bizzeti, vescovo di Anatolia

Il cordoglio per la scomparsa del dott. Bartolini

Il cordoglio per la scomparsa del dott. Bartolini

NEWS mondo giovani

Graduatorie Servizio Civile Regionale

Esperienze estive per ragazzi

Aperto il bando di servizio civile regionale

"...Vengo anch'io! no, tu no!"

Servizio Civile Regionale: le graduatorie

NEWS dal mondo

Il Santo Padre per la Giornata Mondiale del Rifugiato

Alluvioni in Sri Lanka

Barbarie, ma chiediamo un cuore senza odio

Terremoto in Asia: primi interventi Caritas

Al via Novo Modo: a Firenze si parla di sviluppo sostenibile